We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Cookies Policy

Livello fisico

Le nuove tratte di dorsale messe in campo nel progetto si estendono per quasi 3.000 km, cui si vanno ad aggiungere ulteriori 4.500 km di fibre di collegamento tra i PoP GARR e le sedi utente.


mappaGARR-X 2016


Nelle 4 Regioni sono state attivate 133 tratte in fibra ottica spenta per l’accesso delle scuole ad uno dei PoP della Rete e altre 99 per le istituzioni accademiche, di ricerca e culturali, per un totale di oltre 320 sedi che possono beneficiare della nuova infrastruttura. Tra queste, alcune si trovano in aree molto distanti dai PoP e spesso caratterizzate da un forte digital divide: in media per ogni singolo collegamento sono stati necessari circa 20 km di fibra ottica tra la sede utente e il PoP di dorsale più vicino. Disporre di collegamenti diretti in fibra ottica spenta significa poter garantire, nei prossimi anni, la costante evoluzione delle capacità trasmissive a costi marginali, facendo fronte all’evoluzione dei requisiti della comunità, sia per quanto riguarda la dorsale di rete che i collegamenti d’accesso. La capacità dell’accesso primario delle scuole e delle altre sedi medio-piccole potrà evolvere dagli attuali 100 Mbps e 1 Gbps fino a oltre 10 Gbps, mentre si potrà provvedere ad un adeguamento della capacità di interconnessione dei data centre e repository delle università e degli enti di ricerca impegnati nei più importanti progetti fino a multipli di 10, 40 e 100 Gbps.

Contestualmente al rilascio delle tratte in fibra, sono stati installati apparati per la terminazione dei collegamenti (CPE) nelle sedi collegate e, in alcuni PoP, apparati di aggregazione con funzione di punto di demarcazione del traffico relativo alle scuole.

 

Print Email